logo.png

organizza per i soci

in collaborazione con

Corso di costruzione in terra cruda 22-27 Giugno 2020

Il contesto

L’area geografica che si estende dalle prime colline dell’entroterra, fino alle montagne dell’appennino abruzzese e molisano è interessata negli ultimi decenni da un doppio fenomeno migratorio: da un lato la popolazione locale tende a trasferirsi nelle città costiere o nei capoluoghi alla ricerca di migliori opportunità di lavoro e di sviluppo economico; dall’altro il conseguente abbassamento dei prezzi di case e terreni attira una tipologia di persone piuttosto variegata, alla ricerca di luoghi ancora relativamente incontaminati dalla tipica frenesia delle grandi città.

Paesaggio dell'entroterra Vastese: praterie, molti boschi e qualche campo coltivato

Queste colline sono infatti caratterizzate da un paesaggio complesso, composto da boschi di pianura e di collina, da terreni lavorati generalmente in piccoli appezzamenti e da un numero sempre crescente di terreni abbandonati, ognuno in una diversa fase successionale nella naturale trasformazione a bosco ceduo.In un territorio già ricco di biodiversità, sembra di assistere ad un incremento esponenziale delle tipologie di habitat e, di conseguenza, delle interrelazioni tra le specie.

Si può dire, in un certo senso, che un fenomeno simile stia avvenendo anche per la popolazione umana: l’immigrazione verso queste campagne, seppur limitata, favorisce infatti lo scambio culturale, aumentando il potenziale di produzione artistica, scientifica e tecnologica.

La struttura sociale che si sta evolvendo in questo contesto è curiosamente simile a quella delle popolazioni italiche pre-romane che abitavano la stessa zona, fatta di piccole comunità in contatto tra loro, riunite comunque da un sistema centralizzato, ma con un’ampia autonomia locale.

Splendida fioritura di ginestre a Monte Sorbo

Il sito in cui si svolgerà il corso riguarda il progetto di insediamento di Fabrizio e Mara in una zona di campagna prevalentemente abbandonata all’interno dell’area SIC Monte Sorbo - Monti Frentani. Dal 2016 hanno autocostruito la propria abitazione utilizzando materiali naturali e tecniche tradizionali, riutilizzando oggetti di recupero e applicando le proprie ideologie nel rispetto dell’ambiente e del paesaggio.

L’insediamento risulta quindi espressione di un paradigma in cui l’essere umano partecipa all’ecosistema, integrandosi e coevolvendo con esso.
L’architettura rispecchia gli abitanti adattandosi alle loro azioni ed intenzioni, riscoprendo così quel rapporto diretto ed intenso tra forma e funzione, necessario alla realizzazione di un’estetica in risonanza con la cultura.

 

Il luogo
 

Limitare l'impronta del cantiere il più possibile permette di godere della bellezza degli alberi, della loro ombra e dei loro frutti!

Il corso prevede anche una visita guidata ad alcune delle realtà presenti nel territorio limitrofo: sarà possibile vedere una costruzione in balle di paglia ancora incompleta e abbandonata da alcuni anni; una casetta in terra cruda per i giochi dei bambini nella villa comunale di Liscia, realizzata volontariamente con la partecipazione dei bambini delle scuole e con il supporto dei residenti locali; una serie di realizzazioni architettoniche sperimentali, in terra e paglia, nei pressi di Tufillo.

Le interconnessioni
 

La luce del tramonto dona un aspetto accogliente agli intonaci in terra

Le persone

 

La plasticità della terra favorisce la personalizzazione dei dettagli attraverso la modellazione

Fabrizio Mariani ha partecipato alla costruzione di diversi edifici in materiali naturali a partire dal 2010, ha appreso nel corso degli anni le capacità manuali e la teoria relative alle tecniche di costruzione con la terra e la paglia. Ha costruito la propria casa senza l’utilizzo del cemento, applicando i principi della casa solare passiva. Attualmente fornisce consulenza e formazione nell’ambito della bioedilizia, organizza corsi e laboratori pratici e dimostrativi, anche in collaborazione con le scuole locali.

Andrea Cecconi è laureato in Architettura all’Università di Firenze nel 1980, si dedica esclusivamente all’architettura ecocompatibile dal 1995.
Ha fondato nel 2007 il laboratorio e centro di sperimentazione sull’uso della terra nella costruzioni ArchiEcoLAB.
Nel 2012 è in Argentina, dove con gli architetti Graciéla Cosoblik e Maura Bernardini, progetta ecovillaggi e strutture ricettive off-grid, in terra cruda.

Nel 2013 pubblica con Maura Bernardini il libro "Tierra agua arquitectura" per l'editore Nobuko di Buenos Aires. Negli anni 2013-2014 progetta e realizza prototipi di costruzioni in terra-paglia e pallets. Dal 2014 al 2018 tiene laboratori di costruzione in terra cruda sulla tecnica dell'Oregon Cob, una tecnica particolare di esecuzione del Massone. Tiene, presso Panta-Rei, a Passignano sul Trasimeno, un corso di tre giorni sull'architettura partecipata (secondo il modello di Christopher Alexander) finalizzato alla realizzazione di una costruzione in canna comune (arundo donax) ed Oregon Cob (Terra e paglia).

Il corso è aperto a tutti ed è rivolto in particolare a studenti, imprenditori edili e a chiunque abbia intenzione di autocostruire con la terra.

 

 

I partecipanti potranno acquisire tecniche di base per la realizzazione di manufatti in terra cruda (cob/massone), in paglia alleggerita, oltre che per la preparazione e l’applicazione di intonaci in terra.

Il corso si sviluppa principalmente attraverso sessioni pratiche, in cui ogni partecipante avrà la possibilità di maneggiare i materiali per meglio comprenderne le caratteristiche e la consistenza. Durante la pratica verranno inoltre fornite nozioni teoriche di base necessarie allo sviluppo di un’autonomia dei partecipanti.

Corso di costruzione in terra cruda

E’ prevista infine una visita guidata a esempi di architettura in terra cruda nella zona.

La quota di partecipazione è di 250 euro a persona e comprende tutti i materiali necessari allo svolgimento delle lezioni e il pranzo.

La quota non comprende la colazione, la cena e l'alloggio.

Grazie alla collaborazione dell’Associazione Guilmi Art Project, è possibile usufruire di piccoli appartamenti matrimoniali a Guilmi (5 km) a prezzi totali da 40 a 60 euro per tutta la durata del corso, per maggiori info contattare Lucia (349 6926072). 

 
Iscrizione

Per partecipare al corso è necessario iscriversi entro il 12 giugno 2020. L'iscrizione avviene attraverso la compilazione della Domanda di Ammissione e il versamento di un acconto di 50 euro tramite bonifico all'IBAN IT37B0359901899050188529682 intestato a "le Spirali Associazione Culturale e Sportiva Dilettantistica", con causale "Corso terra cruda, nome e cognome del partecipante".

La Domanda di Ammissione compilata e la ricevuta del bonifico sono da inviare a: acsd.lespirali@gmail.com.

Il saldo dovrà essere versato in contanti il primo giorno del corso.

In caso di cambio di programmazione del corso, l'acconto verrà interamente restituito.

Programma del corso

Il corso si tiene dalle 9 alle 17 e comprende una pausa per il pranzo (incluso).

Lunedì

Breve introduzione teorica:

  • la terra come materiale per l’edilizia

  • come riconoscere la terra giusta

Tecniche di preparazione del cob/massone:

  • zappa,

  • telo di plastica,

  • betoniera

Tecniche di preparazione della paglia alleggerita

  • immersione della paglia,

  • lavorazione con telo di plastica,

  • betoniera


Martedì
Messa in opera cob/massone
Messa in opera paglia alleggerita
Lezione teorica: Scienza e tecnologia della terra (a cura di Andrea Cecconi)

Mercoledì
Intonaco grezzo con paglia tritata
Preparazione materiale per modellazione

 

Giovedì
Intonaco di finitura segatura
Intonaco di finitura sabbia
Prove colore con pigmenti naturali

Venerdì
Modellazione con terra e paglia e progettazione o scultura dettagli.
Approfondimenti vari a richiesta dei partecipanti.

 

Sabato

Visite guidate a esempi di architettura in terra nella zona:

  • la casa in balle di paglia a Carpineto Sinello

  • la casetta dei bambini a Liscia

  • esempi di architettura naturale a Tufillo

Per qualsiasi informazione scrivete a fabrizio.mariani@gmail.com o telefonate a 333 3814668

Stesura di pigmento naturale e olio di lino su pavimento in terra

La possibilità di modellare fornisce nuovi modi per utilizzare gli spazi

Pavimento in terra cruda lucidata e protetta con olio di lino

Come raggiungerci
Località Monte Sorbo, 4 - 66030 Carpineto Sinello.

Il paese più vicino è San Buono, quando trovate la SP 212 nei pressi della Contrada Cantarelli, dovete prendere la strada in salita verso Monte Sorbo (non ci sono indicazioni).

Dopo 2 km finisce la salita e trovate una strada sterrata sulla destra, indicata con cartelli in legno e i segni bianchi e rossi del CAI.

Proseguite per circa 500 m (se avete macchine delicate è preferibile a piedi) e vedrete l'unica casa abitata nel raggio di chilometri.

  • Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Pinterest
  • Tumblr Social Icon
  • Instagram
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now